Itinerario Riviera Maya Messico

riviera-maya-789705-790469

Itinerario Riviera Maya Messico

Posted by bab milano in itinerari di viaggio, viaggi culturali

Accarezzati dal vento, cullati dalle onde del Mar dei Caraibi immergiamoci in atmosfere dai sapori magici.
Lasciamo l’aeroporto di Cancun e ci dirigiamo verso le spiagge bianche fra le incantevoli rovine di Tulum e la giungla che nasconde villaggi Maya e cenotes.
Il soggiorno sarà in un delizioso villaggio, tra palme e sabbia lucente, la vista dalle stanze o dall’amaca appesa nel patio di ogni stanza, sarà rilassante e il solo suono delle onde cullerà i vostri pensieri.
Da qui partiremo alla volta di  cenotes incantati, dove ci si potrà immergere per bagni ristoratori, fare snorkeling o immersioni accuditi da professionisti.
Potremo nuotare assieme a tartarughe e pesci meravigliosi nelle acque di Akumal.
Andremo a visitare le piramidi di Chichen itza, di Coba ed Ek Balam e immerse nella giungla
Ci ristoreremo con massaggi e giornate sulle spiagge , potremo incontrare la realtà Maya andando in alcuni villaggi per ascoltare i consigli degli uomini della medicina e dei vecchi con l’aiuto di un interprete che trasformerà imagici suoni della lingua Maya in preziose parole comprensibili anche a noi

Faremo l’esperienza del Temazcal

bano-espiritual-en-el-temazcal-del-barcelo-maya-beach-desde-96_detalle_articuloIl termine temazcal deriva dal nahuatl temazcalli (“casa del vapore”). Nell’antica Mesoamerica veniva usata come parte di una cerimonia curativa con la quale si purificava il corpo in seguito a sforzi quali battaglie o partite di gioco della palla. Era usato anche per curare i malati, migliorandone la salute, e per le donne in procinto di partorire. Viene usato anche oggi tra le culture indigene del Messico e dell’America centrale, per motivi religiosi o sanitari.
I temazcal della Mesoamerica sono solitamente strutture permanenti, a differenza di quanto si può osservare in altre regioni. Viene di solito costruito con rocce vulcaniche e cemento; è una cupola di forma circolare, anche se ne sono stati trovati alcuni rettangolari in certi siti archeologici. Per produrre il calore venivano scaldate rocce vulcaniche, più sicure perché non sarebbero mai esplose a causa delle alte temperature, poi posizionate in un pozzo situato al centro della struttura o nei pressi di un muro.
Partiremo per Rio Lagartos con la sua laguna rosa , a causa delle piume dei fenicotteri e con una lancia andremo potremo fare birdwatching ed ammirare alligatori e pesci vari, per poi immeregrci nelle saline, dove i Maya solevano fare fanghi di argilla bianca che ha qualità benefiche e depurative
Tutto questo sempre accompagnati da guide e professionisti che saranno in grado di dare informazioni e di organizzare ad hoc itinerari unici ed entusiasmanti

02 apr 2013 no comments

Sorry, the comment form is closed at this time.